Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

Programma fiere internazionali 2016 in Iran

Con l’accordo di Vienna del 14 luglio 2015 tra i “5+1” e la rimozione delle sanzioni, il Paese acquista peso sullo scenario mondiale ed avrà un ruolo strategico nelle questioni future dell’area del Medio Oriente, ridisegnando gli equilibri geopolitici.

L’accordo ha portato alla revoca delle sanzioni ex Regolamento UE 267/2012 (soggetti listati, beni dual use) rimuovendo gli ostacoli alle transazioni economiche ed aprendo la strada ad una maggiore libertà nel fare affari con l’Iran. Momento storico di transizione ed eccellente nuova opportunità di business, seppure da intraprendere con prudenza, qualificata assistenza e necessario rispetto verso un Paese con diverse radici e cultura. L’Italia, storicamente sempre in ottimi rapporti con Teheran, si conferma il più gradito partner europeo.
 

Alcuni "buoni motivi" per investire ed esportare in Iran:
  • Lo storico accordo Iran-Usa riapre le relazioni con l’occidente
  • L’Italia è il miglior partner europeo con rapporti commerciali di lunga data (vedi Saipem, Tecnimont, Eni, Ansaldo, etc.)
  • L’economia interna è in piena espansione
  • Il Made in Italy è molto forte ed apprezzato
  • L’Iran è l’ultimo grande mercato “untouched” nel mondo
  • E’un Paese con ingenti ricchezze confermate da ogni dato macroeconomico
  • Le sanzioni verranno a brevissimo rimosse
  • Le infrastrutture sono presenti ed in piena espansione
  • Il Governo iraniano è più che favorevole all’ingresso nel mercato di know-how ed investimenti stranieri
  • Il Paese, dal punto di vista informatico, è tra le prime realtà nel mondo.
Scarica dal nostro sito il programma fiere internazionali 2016 in Iran.

 L'argomento ti interessa? Contattaci e parlane con i nostri esperti!