Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

Un futuro brillante per i droni-as-a-service

Una volta c'erano i software-as-a-service. Oggi c'è anche l'hardware e, nella fattispecie, i droni. E' il caso di Sharper Shape, un'azienda che vende soluzioni basate sui droni per l'ispezione automatica di asset esterni, la quale ha appena annunciato di aver ricevuto un finanziamento di 3,25 milioni di US da Straightforward Capital, una società europea di venture capital con esperienza nel settore energetico.

Sharper Shape sta usando LiDAR, insieme a strumenti di analisi e a droni a lungo raggio, per costruire mappe 3D dell'alberatura di un territorio, che le società di servizi possono utilizzare per identificare e quindi prevenire le minacce imminenti per le linee elettriche, riguardo ad alberi cadenti e rami oscillanti.

Una delle più grandi aree di espansione per droni è proprio l'ispezione delle infrastrutture, e le industrie del petrolio e del gas hanno una quantità di infrastrutture che richiede un'ispezione costante e accurata.

​Sino ad oggi tali ispezioni avvenivano in maniera tradizionale, sostanzialmente manuale, che rappresenta un modo lento e costoso di procedere. Ecco perché i droni-as-a-service sono un'alternativa attraente. Un ispettore può pilotare un drone per centinaia di miglia di tubature, cavi ad alta tensione, binari della ferrovia, o qualsiasi altra cosa che richieda l'ispezione visiva o infrarossi, da una postazione remota con estrema sicurezza e facilità.

Oltre al finanziamento di Straightforward Capital, Sharper Shape riceve anche il tangibile interessamento da parte di Partners in Performance (PIP), una società australiana di consulenza. PIP sta trattando l'acquisizione di parte di Sharper Shape in modo da poter estendere la propria offerta di servizi per i propri clienti che operano nel settore energia.


 L'argomento ti interessa? Contattaci e discutine con i nostri esperti!