Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

Vietnam, la nuova frontiera per le imprese italiane

Investire in Vietnam

Il Vietnam rappresenta, nel panorama asiatico, una delle più interessanti occasioni di sviluppo e business per le aziende del nostro Paese interessate a intraprendere un processo di internazionalizzazione: flessibilità del mercato del lavoro, propensione al consumo, disponibilità tecnologica avanzata, incentivi e agevolazioni, non sono che alcune delle caratteristiche che rendono questo mercato attraente per gli operatori italiani.

Se alcuni osservatori definiscono il Vietnam quale “futuro punto nevralgico delle relazioni internazionali”, le alte potenzialità del Paese, tuttavia, non sono ancora sufficientemente note agli imprenditori italiani, così come non sono noti il suo originale percorso economico e le sue dinamiche commerciali, in un contesto di vertiginoso sviluppo.

Read more...

Polonia, ama e compra i prodotti italiani

Investire in Polonia

Con oltre 38 milioni di abitanti la Polonia è il più grande mercato dell'Europa centro-orientale, nonchè uno dei paesi a maggior crescita economica in Europa e uno di quelli a cui molti si rivolgono per investire all'estero.

Grazie alla costante crescita economica registrata negli ultimi anni, e' stato ridotto il gap del PIL pro-capite con l'UE ed e' stato accresciuto il potere d’'acquisto con l'’affermarsi dì nuovi modelli di consumo. Il trend al rialzo dei salari reali, l'espansione della classe media e la presenza, seppur contenuta, di una classe medio-alta, nonché una consistente domanda interna, oltre a sostenere la performance economica del Paese formano uno scenario favorevole per il nostro export.

Read more...

Criptovalute, Bitcoin e Blockchain: tutto quello che nessuno ti dice

Criptovalute, Bitcoin, Blockchain

​IL CONTESTO GENERALE

Dopo la crisi finanziaria del 2008, in molti hanno visto volatilizzare parte dei risparmi di una vita e hanno cominciato a diffidare delle banche e del loro compito di mediazione fra chi presta e chi chiede denaro. Il ruolo di queste istituzioni come guardiani dell’infrastruttura finanziaria globale è stato messo in discussione.

Questo terremoto non solo economico ma anche e forse soprattutto sociale ha comportato, fin dall'inizio della crisi medesima, la nascita delle cosiddette criptovalute, di cui il bitcoin è indiscutibilmente la più celebre anche perché rappresenta la stragrande maggioranza della capitalizzazione complessiva tra tutte le criptovalute (ethereum, litecoin, dash, monero…) nate negli anni successivi, e che prendono il nome di altcoins (monete alternative).

Read more...
Page 2 of 2