Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

In Iran con Gruppo internazionale dell'alimentazione macrobiotica

Missione in Iran con MAPI-UPM, Associazione di 130 ristoranti e 50 punti vendita
Importante missione di affari svolta in Iran con un Gruppo internazionale operante nel settore dell'alimentazione salutistica.
Nel mese di maggio abbiamo svolto una missione di affari in Iran con un Gruppo internazionale operante nel settore dell'alimentazione salutistica e che promuove un approccio alla nutrizione basato sulla filosofia macrobiotica, attraverso un’agricoltura rispettosa dell’ambiente, senza l’ausilio di prodotti chimici di sintesi o metodi di coltivazione intensiva.
 
Caratteristiche fondamentali della proposta di collaborazione formulata agli iraniani sono:
  • il controllo di ogni fase della lavorazione al fine di garantire la totale tracciabilità dei prodotti e certificarne l'origine
  • disponibilità di regimi dietetici macrobiotici certificati da prestigiosi studi scientifici, svolti anche dal CNR e pubblicati dalle principali riviste di scienza quali Nature
  • etichettatura, presente su tutti i prodotti, che descrive dall’origine del seme fino alla quantità di CO2 emessa durante la coltivazione


Tutte queste argomentazioni sono risultate di assoluto interesse per gli interlocutori iraniani, e al termine della serie di incontri oggetto della missione è stata siglata una LOI strutturata nel modo seguente:

  1. Formazione degli agricoltori in loco, svolta dal Gruppo
  2. Formazione dei cuochi, sempre svolta dal Gruppo
  3. Concessione in esclusiva dell’uso in Iran del marchio da parte del Gruppo
  4. Vendita di prodotti finiti con marchio definito dal Gruppo
  5. Definizione format dei negozi e ristoranti. Il primo negozio e ristorante sarà totalmente arredato e attrezzato da aziende italiane con costi a carico dell’affiliato iraniano

Il Gruppo da noi rappresentato avrà di beneficio:

  1. la formazione pagata ai cuochi e agli agricoltori, a mezzo di finanziamenti UNIDO tramite il Ministero del Lavoro iraniano
  2. incasserà una royalty per la concessione dell’uso del brand
  3. percepirà una quota del fatturato
  4. in un secondo momento, valutato l’esito di una sorta di “progetto pilota”, è stata espressa piena disponibilità degli iraniani a strutturare un accordo in joint-venture se non una società in compartecipazione con il Gruppo

Forniremo maggiori informazioni, di concerto con il Gruppo rappresentato, a seguito della definizione del Memorandum of Understanding e dell'inizio delle attività in terra iraniana.