Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

Investire in... India

 

Principali motivazioni e opportunità di investimento


La specializzazione tecnica e scientifica dell’India è un fenomeno venuto a maturazione gradualmente sulla base degli investimenti effettuati in campo militare soprattutto a partire dalla metà degli anni sessanta (l’India ha oggi il maggior numero di satelliti artificiali intorno alla terra, destinati ad attività commerciali).

La crescita del settore ICT ha favorito una scelta di politica aziendale di molte grandi aziende europee, americane e asiatiche che hanno trasferito in questa area i loro centri di elaborazione dati: l’India è divenuta, pertanto, un forte esportatore di servizi reali alle imprese.

Ai due volani propulsivi citati occorre aggiungere certamente un terzo: l’industria cinematografica (oggi l’India risulta il primo paese al mondo per numero di film prodotti). Mumbay e il cinema indiano hanno dimostrato non soltanto un’ulteriore capacità imprenditoriale del Paese, ma anche una propensione ad affermare un proprio autonomo modello culturale.

L’agricoltura risente di un sistema ancora fortemente arretrato e poco propenso alla produttività. L’India è in forte ritardo anche rispetto allo sviluppo delle tecnologie per la conservazione dei prodotti alimentari e, più in generale, nel settore dell’agroindustria.

In questi comparti l’Italia, sulla base della specializzazione della propria economia, può fornire un considerabile know-how al partner indiano.

A livello di risorse naturali, l’India dispone di riserve di carbone, manganese e di modeste quantità di petrolio che importa prevalentemente dai Paesi del Golfo. Per affrontare il tema del fabbisogno energetico ha sviluppato la costruzione di centrali nucleari. Attualmente l’India ha 15 centrali nucleari attive, mentre 7 sono in via di realizzazione.

Di notevole importanza risulta essere per il Paese la produzione di filati e tessuti di cotone, juta, lana e seta: l’India ha il 9% dei telai nel mondo.

Altre industrie sono quelle della carta, della gomma, degli oli commestibili, degli oli essenziali, del cuoio e dello zucchero.

Oggi l’India vanta importanti produzioni nei settori siderurgici, metallurgici, meccanici, automobilistici, chimico, della raffinazione petrolifera. In netta espansione sono inoltre i mercati dell’informatica, della farmaceutica, delle telecomunicazioni e dell’aerospaziale.

Molto interessante anche il settore dei servizi e, più in particolare, il comparto delle costruzioni, dei trasporti, delle telecomunicazioni, del commercio e degli alberghi. Nonché le industrie e i servizi ad alta tecnologia (aeronautica, elettromeccanica, information tecnologies, biotecnologie) che hanno i loro centri nella regione compresa tra Hyderabad e Bangalore.

  mondo

Scheda informativa
sul'India


Factsheet on
India


wikipedia

 

 


ebook

Per sapere come investire in India: scarica la Business Guide

Le nostre Business Guide rappresentano le più aggiornate, complete e convenienti Guide agli Investimenti nei principali Paesi del Mondo, nei quali disponiamo di conoscenza e di contatti diretti.