Sidebar

 
Italian Arabic Chinese (Simplified) English French German Japanese Korean Persian Portuguese Russian Spanish Turkish Ukrainian

Progetti finanziati con UNIDO per lo sviluppo

Progetti finanziati con UNIDO

L'Organizzazione delle Nazioni Unite per lo sviluppo industriale (UNIDO, United Nations Industrial Development Organization) è un'agenzia specializzata delle Nazioni Unite per l'incremento delle attività industriali dei paesi membri.

Con riferimento all'Iran, UNIDO, di concerto con il competente Ministero del Lavoro, può occuparsi di finanziare dei programmi di formazione volti alla promozione di una miglior qualità della produzione e all'incremento dell'attività industriale che si svolge nel Paese.

Autonomielocali si offre come tramite, accreditato e diretto, per tutte le PMI italiane interessate a cogliere una straordinaria opportunità di lavoro nel Paese iraniano, che può iniziare da una semplice formazione pagata da UNIDO di tecnici e operatori iraniani presso la sede di tali Aziende. Dunque, un'opportunità a costo e rischio zero.

Come nel caso della missione d'affari svolta nel mese di giugno assieme a MAPI-UPM, l'obiettivo della nostra attività è quello di propiziare la sottoscrizione di un accordo che, a titolo di esempio, potrebbe essere strutturato nel modo seguente:

  1. Formazione di tecnici e operatori iraniani, in Italia e in loco, svolta dall'Azienda italiana
  2. Concessione in esclusiva dell’uso in Iran del marchio da parte dell'Azienda
  3. Vendita di prodotti finiti con marchio dell'Azienda o altro brand da essa proposto e deciso
  4. Definizione del format migliore per una estensione su scala industriale nel mercato iraniano

L'Azienda italiana avrà di beneficio:

  1. la formazione pagata che svolgerà ai tecnici e agli operatori iraniani, a mezzo di finanziamenti UNIDO tramite il Ministero del Lavoro iraniano
  2. incasserà una royalty per la concessione dell’uso del brand
  3. percepirà una quota del fatturato
  4. in un secondo momento, valutato l’esito di una sorta di “progetto pilota”, possibilità di strutturare un accordo in joint-venture se non una società in compartecipazione al fine di rendere permanente la presenza italiana nel mercato iraniano